Nell’aprile 2012 Alberto Maggi, il frate innamorato della libertà, viene trasportato d’urgenza all’ospedale di Ancona dove trascorrerà tre lunghi mesi fra esami, cartelle cliniche e pericolose operazioni chirurgiche: a sorreggerlo costantemente in questo percorso nuovo ci sono la sua straordinaria voglia di vivere e la sua fede allegra e contagiosa. In "Chi non muore si rivede" Maggi racconta il suo rapporto con i medici e gli infermieri del reparto in cui è ospitato, il confronto difficile con la malattia, il dialogo online con i fedeli, il lieto fine della salute ritrovata. Protagonista del libro è l’amore per la verità sempre fortificato da una fede fatta di Spirito e sentimento che l’autore riesce a comunicare in ogni gesto e frase. Grazie alla sua grande capacità di attingere senza mediazioni al Vangelo e al senso ultimo dell’esperienza umana, Alberto Maggi in queste pagine conferisce un valore universale alla sua avventura e riesce a dare ai suoi lettori la forza di affrontare la vita, soprattutto nei momenti più duri, con un sorriso carico di speranza. Perché è nella debolezza e nelle difficoltà che si possono ritrovare le forze per ricominciare.
 
"Questo libro mi è stato consigliato da un medico che ha curato mia mamma negli ultimi giorni della sua vita. Grazie alla lettura di questo libro ho capito che ogni passaggio, anche se è difficile, è una rinascita. La spiritualità che avvolge la vita o la morte è qualcosa da vivere in pieno perché ci fa capire il senso più profondo dell’esistenza. Credetemi, vale davvero la pena leggere questo libro."
 
Tiziana Recchia

 

Scopri i nostri corsi > link.

 

Area Press o Registrati

Log In con Facebook

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?