Stress da rientro: come affrontare la “drammatica” fine delle vacanze.

Una sindrome sempre più diffusa, soprattutto per chi ha le ferie concentrate in agosto: si chiama “Post vacation blues”.

La tanto attesa pausa estiva è arrivata ma...è già finita! Si torna in città, ci aspetta il lavoro, le corse, il traffico, il telefono che squilla, gli appuntamenti: in poche parole la vita di tutti i giorni.
Questo momento, spesso vissuto con ansia e preoccupazione, ha un nome, post vacation blues, e dei sintomi precisi: ad esempio problemi di sonno, apatia, difficoltà di concentrazione, sbalzi di umore, malessere diffuso.

Secondo Marialori Zaccaria, vicepresidente dell’Ordine degli Psicologi del Lazio, una delle cause dello stress sarebbe l’abitudine molto italiana di andare praticamente tutti in ferie in agosto. Così facendo, quando si rientra da un periodo di vacanza in genere abbastanza lungo, sembra di prepararsi a una “nuova era”, e l’impatto con la mole di lavoro o gli impegni è molto più forte e drastico. In altri Paesi funziona diversamente: ci sono diverse pause per le vacanze, certamente più brevi, sparse nel corso dell’anno, che consentono di riposarsi senza perdere l’abitudine al lavoro e ai suoi ritmi. Si tratterebbe ovviamente di modificare la cultura italiana delle ferie in agosto, cosa di certo non facile.

Nel frattempo, esistono comunque dei metodi per affrontare con serenità il rientro a lavoro dopo aver staccato la spina per un lungo periodo.
Il primo è quello di cominciare ad abituarsi al rientro per tempo, già sul finire delle vacanze, cominciando a recuperare le consuete abitudini evitando ad esempio di fare “mangiate pantagrueliche” o di andare a dormire all’alba.
Il secondo è quello di riprendere a piccoli passi, senza pensare di dover affrontare e risolvere tutto nel giro di pochi giorni. È come se a uno sportivo mancasse l’allenamento: a maggior ragione bisogna procedere per gradi.

Inoltre, essendo un periodo non semplice per la nostra psiche, è bene applicare con ancora più cura i soliti consigli di benessere: curare l’alimentazione, fare un sonno regolare, non combattere il basso tono di umore con l’assunzione di alcolici o con il fumo, e così via.


Molti di noi rimpiangono l’aria aperta che caratterizza i giorni di vacanza, il sole, le nuotate, le passeggiate: è indispensabile non seppellirsi in casa o in ufficio per i prossimi mesi ma ritagliarsi degli spazi per fare un po’ di sport, magari concedendosi una semplice ma benefica passeggiata durante la pausa pranzo.


Infine, se durante le ferie estive abbiamo coltivato dei piacevoli hobby, dovremmo sforzarci di non abbandonarli del tutto, e provare a praticarli durante il tempo libero: dedicarsi quando è possibile a un’attività rilassante e gratificante ci aiuterà a conservare un po’ della magica atmosfera delle vacanze.


Scopri i percorsi di Life Coaching di Cassiopea: link.

Francesca Delli Carri

30/08/2017 • © RIPRODUZIONE RISERVATA
Etichettato sotto life coaching stress lavoro

Cassiopea Srl

Agenzia di informazioni Cassiopea
Registrazione presso il tribunale di Verona
Direttore responsabile: Maurizio Corte
Editore: Cassiopea Srl

...

Sede legale: Sede legale: Via Zancle, 6 - 37138 Verona
Sede opeativa: Via Francia, 3 - 37135 Verona
Amministratore e legale rappresentante
Tiziana Recchia
Testata reg. al Trib. di Verona N.1824 del 27/02/2009

Area Press o Registrati

Log In con Facebook

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?