Psicologia dell’interior design.

L’arredamento di una casa è una spia della personalità di chi vi abita.

Avete mai sentito parlare di psicologia ambientale o dell’interior design? Come si può intuire, si tratta di un ramo della psicologia che analizza l’impatto che esercita su di noi l’ambiente in cui viviamo.

La psicologia ambientale studia in sostanza il contesto in cui vive l’uomo, analizzando gli effetti indotti dalla disposizione degli spazi, dalle luci, dai colori, dalle forme e dagli altri dettagli che caratterizzano l’ambiente in cui si vive. Ecco quindi che questo ramo di studi è riuscito a ritagliarsi uno spazio nel settore dell’arredamento e del design d’interni.

Di solito si parla di arredamento solo da un punto di vista estetico, analizzando i vari stili: moderno, country, classico, minimale…L’estetica però è solo una minima parte. Un aspetto che non tutti considerano è dato dall’impatto che l’arredamento e la disposizione degli spazi può esercitare sulla nostra psiche.
Infatti, se è vero che sono le nostre azioni a condizionare l’ambiente intorno a noi, è vero anche l’opposto: il contesto in cui viviamo si ripercuote in qualche modo sulla nostra mente, condizionandola.

La psicologia dell’ambiente studia quindi le percezioni umane e come un dettaglio possa far insorgere determinate emozioni in un soggetto. Insomma, così come un colore può innescare ansia o benessere, anche ad esempio la forma di un divano può indispettire gli abitanti di una casa.

Un principio sul quale si basa la psicologia dell'ambiente è legato alla personalità. Stando al libro Il Sistema degli oggetti del sociologo esperto in psicologia cognitiva Jean Baudrillard, la disposizione degli spazi e la scelta dei complementi d’arredo la dice lunga in merito alla nostra personalità.

Inoltre, la combinazione di tutti gli elementi che riempiono l’ambiente in cui viviamo (dai posti a sedere, alle mensole…) hanno una sorta di effetto boomerang e si ripercuotono sulla nostra psiche. Le scelte dell’arredo sono dettate sia dalla nostra volontà conscia che dai desideri inconsci e sono un atto di espressione della nostra personalità.

“Fammi vedere la tua stanza e ti dirò chi sei”: così si potrebbe sintetizzare la dimostrazione fatta sul blog di New Scientist dall’inglese Sam Gosling, che ha dedotto la personalità di undici lettori della rivista osservando le foto degli interni delle loro case. E, almeno a giudicare dai commenti di chi ha partecipato all’esperimento, è riuscito nel suo intento.
Gosling non è un veggente, ma un professore di psicologia dell’Università del Texas, ad Austin, che ha pubblicato il libro Snoop. What Your Stuff Says About You (Curiosare: cosa gli oggetti di cui ti circondi dicono di te).

Una casa in cui il frigorifero è tappezzato di calamite, appunti o disegni di bambini, risulterà familiare, amichevole, sentimentale e accogliente. Al contrario, un piccolo divano in un ambiente minimal esprimerà eleganza, e così via.

Fonte: link.

Francesca Delli Carri

23/08/2017 • © RIPRODUZIONE RISERVATA
Etichettato sotto life coaching carattere

Cassiopea Srl

Agenzia di informazioni Cassiopea
Registrazione presso il tribunale di Verona
Direttore responsabile: Stefano Tenedini
Editore: Cassiopea Srl

...

Sede legale: Sede legale: Via Zancle, 6 - 37138 Verona
Sede opeativa: Via Francia, 3 - 37135 Verona
Amministratore e legale rappresentante
Tiziana Recchia
Testata reg. al Trib. di Verona N.1824 del 27/02/2009

Privacy Policy

©CASSIOPEA 2014 • P.IVA 03228140236

Area Press o Registrati